Io e il Capo.

Stamattina convocato in ufficio dal Capo. Entro e insieme a lui c’erano quelli che fanno i corsi sulla sicurezza. Hanno detto che da oggi sono addetto antincendio in reparto. Ovviamente ho chiesto: “Domanda veloce: l’estintore lo tiro addosso al piromane o si usa in un altro modo?” I due pinguini dell’ufficio rsppocomecavolosichiama mi hanno guardatoContinua a leggere “Io e il Capo.”

Una nottata strana.

ieri sera ero in turno. Nel pomeriggio il mio vecchio amico SocioFra mi aveva mandato un messaggio dicendomi che si era sfasciata “la Bestia” e che quindi avrei dovuto ripulire ettolitri di olio industriale. Ero già rassegnato ad una nottata di merda. Invece quando sono entrato in reparto i ragazzi della squadra ecologica avevano giàContinua a leggere “Una nottata strana.”

Parole. Fatti. Dimostrazioni.

Ho passato un periodo tremendo, estenuante. Il giorno dei funerali di mia madre ho visto molta gente in chiesa. Alcuni erano lì perché dovevano esserci, per circostanza, per salvare le apparenze. Ma la maggior parte c’era perché ha condiviso un pezzo di strada con la mia famiglia. Le condoglianze, le pacche sulla spalla, i piantiContinua a leggere “Parole. Fatti. Dimostrazioni.”

Metallo. Contro metallo.

Ma a volte la presa non basta. A volte cede, molla, cade. A volte stride e quando tocca terra il tonfo è bestiale. Assordante. E allora preghi. Preghi di non aver fatto male a nessuno. Di non aver fatto danni. E bestemmi. Bestemmi perché ti domandi per quale cazzo di motivo sia toccato proprio aContinua a leggere “Metallo. Contro metallo.”

Il mio angolo.

Spesso durante i turni, soprattutto la notte, mi rifugio qui. Per molti è solo un passaggio angusto e semibuio e troppo rumoroso per soffermarcisi, ma nonostante il casino qui c’è una leggera corrente d’aria fresca che per me che soffro il caldo in modo tremendo è una vera manna dal cielo. Stanotte sono in turnoContinua a leggere “Il mio angolo.”

E alla fine è successo…

Ho sempre promesso, ed in qualche modo mantenuto questa promessa, che non mi sarei mai e poi mai perso uno spettacolo o un’esibizione o una recita delle mie scricciole. E alla fine eccomi, sto bestemmiando in aramaico antico misto ad una lingua appena inventata perché sono al lavoro in una fabbrica di merda e laContinua a leggere “E alla fine è successo…”

Rieccoci…

e rieccoci, il turno di notte. Dopo quasi 1o giorni senza lavorare, rientrare in questo inferno non è di certo cosa facile. Tra l’altro stanotte lavoro solo nel piazzale, manca un collega. Di contro perfortuna ho Marchetto che se serve viene giù ad aiutarmi. Abbiamo ripreso a pieno regime, come se il BigBoss volesse farciContinua a leggere “Rieccoci…”

E invece no!

Prima di entrare in turno oggi ho scritto che mi sarei aspettato un cazziatone stratosferico dal BigBoss. Questo nelle foto è il danno che abbiamo provocato ieri. Poco fa, riunione squadra col capo e… Eccaallà, completamente scagionato. È saltato fuori che il macchinario che stava utilizzando il mio collega ieri è andato in tilt proprioContinua a leggere “E invece no!”

La nuova squadra.

Abbiamo ingranato. Dopo i primi giorni in cui non dico che ci guardassimo con diffidenza ma ci stavamo conoscendo, adesso posso dire che la nuova squadra mi va a genio. Certo, non è come lavorare con SocioFra, ma tutto sommato avrebbe potuto andare molto peggio. Il mio collega, GiorgioRomania, è un po’ un furbastro maContinua a leggere “La nuova squadra.”

Sabato pomeriggio, in turno…

Turno di pomeriggio. Squadra nuova. Io e SocioFra siamo stati separati perché è arrivato un nuovo ragazzo da addestrare e lo hanno messo con lui. Io sono finito a lavorare con GiorgioIlRomeno, che non è male ma a volte è un po’ pesante. Ho un capoturno harleysta come me e già questa è una buonaContinua a leggere “Sabato pomeriggio, in turno…”

E poi…

Un turno di pomeriggio impegnativo, con la nuova squadra e un personaggio con cui mi tocca lavorare praticamente fianco a fianco e non c’è possibilità di legare neanche un po’. Sfiancante, ecco definirei così il dover avere a che fare con lui. Ma poi timbro il cartellino ed esco da quel bordello. Ma poi hoContinua a leggere “E poi…”

In turno, tempo fa…

Pomeriggio infernale. Abbiamo avuto parecchio da fare. Con Big Boss che sparava ordini a destra e sinistra via radio e tutti i grandi capoccioni degli uffici che ci gironzolavano intorno. E stava anche filano tutto liscio, fatica a parte. Fino a che ad un certo punto SocioFra alza il pezzo da 40 tonnellate, inizia aContinua a leggere “In turno, tempo fa…”

In turno, tempo fa…

Prima: Dopo: Piazza pulita. Oggi turno tranquillo, io e SocioFra ci siamo dati il cambio alla guida del giocattolo, il capoturno era di quelli giusti, di quelli con cui ci si può lavorare in serenità. L’attimo di panico quando ho voluto tirare su io il pezzo grosso e portarlo fino alla bestia. Il pezzo siContinua a leggere “In turno, tempo fa…”

In turno, tempo fa…

Il momento del cambio turno. Ci si trova tutti alle macchinette del caffè. Il comune denominatore è il sonno. Quelli della notte sono stracchi e non vedono l’ora di andarsene a casa, quelli del mattino, come me oggi, hanno il silenzio incorporato e stanno giusto iniziando a smaltire l’incazzatura provocata dal bastardissimo suono della svegliaContinua a leggere “In turno, tempo fa…”

In turno, soddisfazioni e palle…

E sì… È una giornata impressionante qui dentro. Giustamente non poteva esserci rientro senza problemi dopo tre giorni di pace. Ogni ora di riposo la stiamo pagando doppia. In uno spazio di 70 mq ci sono 3 ditte esterne che lavorano e io e Socio Fra non stiamo facendo altro che correre da una parteContinua a leggere “In turno, soddisfazioni e palle…”

In turno, pomeriggio di fuoco.

In lontananza, ancora prima di arrivare al parcheggio, ho visto muoversi abbastanza velocemente quelle due bestie… E ho immaginato che non sarà un turno facile. Allo spogliatoio me lo ha confermato il collega che sta smontando. Ha una faccia che dice solo “voglio andare a casa”. Che poi sarà la stessa che avrò io traContinua a leggere “In turno, pomeriggio di fuoco.”

In turno, tempo fa…

8 ore intense. Poco prima di cambiarmi per iniziare il turno ho beccato Ale, turno smontante, alle macchinette. Ha guardato me e Socio Fra e con gli occhi di chi sa che sarà una giornata di merda, ci ha detto che avremmo sofferto oggi. Entriamo in reparto e pare che sia passato di là unContinua a leggere “In turno, tempo fa…”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito